Ci sono quelli con l’albero di Natale più grande o le lucine più lunghe e altri con il maggior numero di bancarelle – e c’è persino un mercatino di Natale erotico.

Ci sono quelli con l’albero di Natale più grande o le lucine più lunghe e altri con il maggior numero di bancarelle – e c’è persino un mercatino di Natale erotico.

Ci sono quelli con l’albero di Natale più grande o le lucine più lunghe e altri con il maggior numero di bancarelle – e c’è persino un mercatino di Natale erotico. Si chiama Santa Pauli e combina la tradizionale tradizione natalizia e la frivola vita di quartiere nel cuore del quartiere alla moda di St. Pauli di Amburgo. Ma se preferisci una palla di Natale invece di una palla da discoteca, probabilmente non vorrai bere il tuo vin brulè qui.

Per continuare: 9 mercatini dell’Avvento lontano dalla folla

Preferisci passare a un classico che riappare ogni anno nelle hit list dei mercatini di Natale più amati, romantici e famosi da Salisburgo a Norimberga? Non deve essere così. Ci sono sicuramente delle alternative. Non necessariamente consigli da esperti, ma città che meritano una deviazione, per un giorno o una pausa di 48 ore dalle tue quattro mura natalizie.

Budapest

Artigianato e spettacolo di luci. Per il “” Sunday Times “” è il più bello d’Europa: il mercatino di Natale in piazza Vörösmarty a Budapest. Il premio per i media è stato un paio di anni fa – è ancora pubblicizzato. Comunque non è cambiato molto nel concetto. Una giuria si assicura che non vengano offerti prodotti di massa e invece vengono offerti prodotti artigianali. Se vuoi farti un’idea dell’atmosfera natalizia a Budapest in anticipo: la confusione è inevitabile. La maggior parte delle immagini non mostra il mercatino di Natale in piazza Vörösmarty, ma piuttosto quello in piazza Szent István di fronte alla magnifica basilica. Non c’è dubbio: entrambi i luoghi meritano una visita e sono comunque a soli dieci minuti a piedi l’uno dall’altro. Attorno all’albero di Natale davanti alla basilica c’è una pista di pattinaggio su ghiaccio di 200 mq (gratuita per i bambini) e la sera uno spettacolo di luci ogni mezz’ora sulla facciata della Basilica di Santo Stefano.

© iStockphoto.com

Dall’8 novembre 2019 al 1 gennaio 2020 (Piazza Vörösmarty) o dal 22 novembre 2019 al 1 gennaio 2020 (Basilica di Santo Stefano)

Specialità: Baumstriezel Kürtöskalács: pasta lievitata dolce, avvolta su rotoli di legno, cotta su fuoco a legna e cosparsa di zucchero alla cannella, noci o semi di papavero.

Consiglio sull’albergo: Hotel Central Basilica – come suggerisce il nome, proprio accanto alla basilica in una strada laterale. Recentemente ristrutturata, la casa è stata riaperta a gennaio 2017. Se hai un po ‘più di resto, puoi soggiornare presso l’Aria Hotel Budapest by Library Hotel Collection. Il clou è la terrazza sul tetto con vista panoramica sulla basilica e sul centro città.

Český Krumlov

Mini mercatino di Natale in uno scenario da sogno. Sì, gli asiatici hanno scoperto Český Krumlov molto tempo fa.slim4vit E sì, diventa molto affollato nelle strade strette con i ciottoli quando invadono la città patrimonio dell’umanità in branchi. Quindi prima di tutto: resta solo la notte. Goditi la città dei libri illustrati al mattino quando tutti gli altri non sono lì, o la sera quando se ne sono andati da tempo. Ne vale la pena .. Il Christkindlmarkt è piccolo e carino. Poche bancarelle, niente di speciale (vin brulè intorno a 1,50 euro). Ma in combinazione con lo sfondo della città vecchia, è semplicemente imbattibile. Passeggia per le strade tortuose, ascolta i musicisti sul piccolo ponte di fronte all’Hotel Dvořák e prenditi il ​​tuo tempo per passeggiare fino al castello e al monastero dei Gesuiti. E tra tutto questo, riscaldati nell’ambiente piuttosto retrò dell’Egon Schiele Café nell’omonimo centro culturale.

© Getty Images / Richard Nebesky

29.11.202019-6.1.2020

Specialità: i bastoncini degli alberi di Trdelník

Consiglio sull’hotel: Penzion Baroko del 1360 – comprese le assi di legno scricchiolanti.

Lipsia

Romanticismo natalizio con la coda. Dimentica il famoso Striezelmarkt di Dresda in Sassonia e guida o vola direttamente a Lipsia, a 90 chilometri di distanza. Ovviamente non sei nemmeno solo qui. L’anno scorso, 2,2 milioni di visitatori hanno visitato il mercatino di Natale di Lipsia. Il secondo mercatino di Natale più antico della Germania è uno dei più grandi della Germania con circa 250 bancarelle. Ma prima di dire grazie di fronte alla folla attesa: vale la pena visitarla. Ovviamente diventa affollato, soprattutto nei fine settimana. Ma i visitatori sono distribuiti su quattro mercati nel centro storico: c’è un villaggio di Natale finlandese e un altoatesino di fronte all’opera e Gewandhaus con una ruota panoramica e un bosco da favola, uno storico mercatino di Natale al Naschmarkt e una piccola propaggine intorno alla Nikolaikirche (consiglio: prova il Feuerzangenbowle che viene servito in una piramide natalizia di grandi dimensioni). La maggior parte del romanticismo natalizio è ovviamente offerto proprio dietro l’angolo sulla piazza del mercato di fronte al Municipio della Città Vecchia: molte piccole bancarelle, ben allineate con piccoli soprammobili (inutili) e un sacco di artigianato – oltre a un albero di Natale, soffiatori di torri, un presepe vivente, curling storico e amorevole comprese le case di città restaurate come sfondo a tutto tondo.

© Getty Images / Image Broker

26-23 novembre 2019

Specialità: pane a mano (pane nero cotto nel forno a legna e ripieno di prosciutto e formaggio), croissant di pasta lievitata con zucchero a velo, waffle con crema alla vaniglia – le file in queste bancarelle sono generalmente lunghe. L’impiego è comunque obbligatorio!

Consiglio sull’albergo: Motel One Nikolaikirche e Intercity Hotel presso l’Höfe am Brühl – i mercatini di Natale sono praticamente ai vostri piedi qui.

Bratislava

Dolce o salato, ma sempre arrotolato. Almeno i viennesi possono anche andare a questo mercatino di Natale in barca: il viaggio con il Twin City Liner fino a Bratislava dura 75 minuti. È solo a pochi metri dal molo – e sei nel bel mezzo del tumulto natalizio. Puoi tranquillamente ignorare le tribune davanti al Teatro Nazionale. Invece, dirigiti dritto verso la piazza principale e porta sicuramente con te l’appetito per i dolci: Lokša è il nome delle frittelle arrotolate con vari ripieni e viene venduto ovunque qui. Circa 100 bancarelle sono distribuite davanti al Teatro Nazionale, sulla piazza principale e sulla piazza Franziskaner. C’è anche un mini mercatino di Natale nel cortile interno accanto alla chiesa sulla piazza principale – qui le pecore aspettano qualche carezza. Se prendi una giornata gelida, puoi riscaldarti con una cioccolata calda (e molto densa) nel Maximilian Chocolate Cafe proprio sul sedile.

© Getty Images / Jon Hicks

22-22 novembre 2019

Specialità: frittelle ripiene dolce o piccante.

Olomouc

Atmosfera natalizia con un programma di follow-up. E un altro consiglio che ti porterà nella Repubblica Ceca del Natale, in particolare nella città della Moravia di Olomouc. Ognuno deve rispondere da solo se la città con 100.000 abitanti è effettivamente la “” Praga migliore “”. Il centro storico barocco merita sicuramente una visita – e naturalmente c’è anche un mercatino di Natale intorno al municipio (con un orologio astronomico e un carillon tutti i giorni a mezzanotte) e l’imponente Colonna della Trinità (Patrimonio dell’Umanità) sulla piazza principale. Se avete tempo e voglia, dovreste programmare una deviazione per i castelli di Lednice e Valtice intorno al vostro soggiorno a Olomouc. Assolutamente da vedere!

© olomouc.cz

22.11.-24.12.2019

Specialità: chi ama sperimentare dovrebbe provare il formaggio Olomouc Quargel (letteralmente: Quargelkonditorei), specializzato in prodotti quargel.

Consiglio sull’albergo: Miss Sophie’s, boutique hotel a pochi passi dalla Colonna della Santissima Trinità. Un hotel gioiello in stile vintage.

Potresti anche essere interessato a: I mercatini di Natale più belli dell’Austria

Leggi le notizie per 1 mese ora gratuitamente! * * Il test termina automaticamente. Altro su questo ▶Vinci veri auricolari wireless da JBL ora! (E-media.at) Nuovo accesso (yachtrevue.at) 8 motivi per cui è fantastico essere single (lustaufsleben.at) Hamburger di gamberi al salmone con maionese al wasabi e cetriolo al miele (gusto .at) Nella nuova tendenza: Shock-Down – per quanto tempo l’economia resisterà ai blocchi? (trend.at) Le 35 migliori serie per famiglie per ridere e sentirsi bene (tv-media.at) E-scooter a Vienna: tutti i fornitori e Prezzi 2020 a confronto (autorevue.at)

Nessun periodo prenatalizio senza una visita a un mercatino di Natale. Non ci sono consigli da insider da molto tempo, ma c’è ancora l’uno o l’altro mercato che può sorprendere oltre i soliti sospetti. Una piccola selezione raffinata.

Ci sono famosi e soprattutto antichi, contemplativi e sovraffollati, medievali e moderni. Ci sono quelli con l’albero di Natale più grande o le lucine più lunghe e altri con il maggior numero di bancarelle – e c’è persino un mercatino di Natale erotico. Si chiama Santa Pauli e combina la tradizionale tradizione natalizia e la frivola vita di quartiere nel cuore del quartiere alla moda di St. Pauli di Amburgo. Ma se preferisci una palla di Natale invece di una palla da discoteca, probabilmente non vorrai bere il tuo vin brulè qui.

Per continuare: 9 mercatini dell’Avvento lontano dalla folla

Preferisci passare a un classico che riappare ogni anno nelle hit list dei mercatini di Natale più amati, romantici e famosi da Salisburgo a Norimberga? Non deve essere così. Ci sono sicuramente delle alternative. Non necessariamente consigli da esperti, ma città che meritano una deviazione, per un giorno o una pausa di 48 ore dalle tue quattro mura natalizie.

Budapest

Artigianato e spettacolo di luci. Per il “” Sunday Times “” è il più bello d’Europa: il mercatino di Natale in piazza Vörösmarty a Budapest. Il premio per i media è stato un paio di anni fa – è ancora pubblicizzato. Comunque non è cambiato molto nel concetto. Una giuria si assicura che non vengano offerti prodotti di massa e invece vengono offerti prodotti artigianali. Se vuoi farti un’idea dell’atmosfera natalizia a Budapest in anticipo: la confusione è inevitabile. La maggior parte delle immagini non mostra il mercatino di Natale in piazza Vörösmarty, ma piuttosto quello in piazza Szent István di fronte alla magnifica basilica. Non c’è dubbio: entrambi i luoghi meritano una visita e sono comunque a soli dieci minuti a piedi l’uno dall’altro. Attorno all’albero di Natale davanti alla basilica c’è una pista di pattinaggio su ghiaccio di 200 mq (gratuita per i bambini) e la sera uno spettacolo di luci ogni mezz’ora sulla facciata della Basilica di Santo Stefano.

© iStockphoto.com

Dall’8 novembre 2019 al 1 gennaio 2020 (Piazza Vörösmarty) o dal 22 novembre 2019 al 1 gennaio 2020 (Basilica di Santo Stefano)

Specialità: Baumstriezel Kürtöskalács: pasta lievitata dolce, avvolta su rotoli di legno, cotta su fuoco a legna e cosparsa di zucchero alla cannella, noci o semi di papavero.

Consiglio sull’albergo: Hotel Central Basilica – come suggerisce il nome, proprio accanto alla basilica in una strada laterale. Recentemente ristrutturata, la casa è stata riaperta a gennaio 2017. Se hai un po ‘più di resto, puoi soggiornare presso l’Aria Hotel Budapest by Library Hotel Collection. Il clou è la terrazza sul tetto con vista panoramica sulla basilica e sul centro città.

Český Krumlov

Mini mercatino di Natale in uno scenario da sogno. Sì, gli asiatici hanno scoperto Český Krumlov molto tempo fa. E sì, diventa molto affollato nelle strade strette con i ciottoli quando invadono la città patrimonio dell’umanità in branchi. Quindi prima di tutto: resta solo la notte. Goditi la città dei libri illustrati al mattino quando tutti gli altri non sono lì, o la sera quando se ne sono andati da tempo. Ne vale la pena .. Il Christkindlmarkt è piccolo e carino. Poche bancarelle, niente di speciale (vin brulè intorno a 1,50 euro). Ma in combinazione con lo sfondo della città vecchia, è semplicemente imbattibile. Passeggia per le strade tortuose, ascolta i musicisti sul piccolo ponte di fronte all’Hotel Dvořák e prenditi il ​​tuo tempo per passeggiare fino al castello e al monastero dei Gesuiti. E tra tutto questo, riscaldati nell’ambiente piuttosto retrò dell’Egon Schiele Café nell’omonimo centro culturale.

© Getty Images / Richard Nebesky

29.11.202019-6.1.2020

Specialità: i bastoncini degli alberi di Trdelník

Consiglio sull’hotel: Penzion Baroko del 1360 – comprese le assi di legno scricchiolanti.

Lipsia

Romanticismo natalizio con la coda. Dimentica il famoso Striezelmarkt di Dresda in Sassonia e guida o vola direttamente a Lipsia, a 90 chilometri di distanza. Ovviamente non sei nemmeno solo qui. L’anno scorso, 2,2 milioni di visitatori hanno visitato il mercatino di Natale di Lipsia. Il secondo mercatino di Natale più antico della Germania è uno dei più grandi della Germania con circa 250 bancarelle. Ma prima di dire grazie di fronte alla folla attesa: vale la pena visitarla. Ovviamente diventa affollato, soprattutto nei fine settimana. Ma i visitatori sono distribuiti su quattro mercati nel centro storico: c’è un villaggio di Natale finlandese e un altoatesino di fronte all’opera e Gewandhaus con una ruota panoramica e un bosco da favola, uno storico mercatino di Natale al Naschmarkt e una piccola propaggine intorno alla Nikolaikirche (consiglio: prova il Feuerzangenbowle che viene servito in una piramide natalizia di grandi dimensioni). La maggior parte del romanticismo natalizio è ovviamente offerto proprio dietro l’angolo sulla piazza del mercato di fronte al Municipio della Città Vecchia: molte piccole bancarelle, ben allineate con piccoli soprammobili (inutili) e un sacco di artigianato – oltre a un albero di Natale, soffiatori di torri, un presepe vivente, curling storico e amorevole comprese le case di città restaurate come sfondo a tutto tondo.

© Getty Images / Image Broker

26-23 novembre 2019

Specialità: pane a mano (pane nero cotto nel forno a legna e ripieno di prosciutto e formaggio), croissant di pasta lievitata con zucchero a velo, waffle con crema alla vaniglia – le file in queste bancarelle sono generalmente lunghe. L’impiego è comunque obbligatorio!

Consiglio sull’albergo: Motel One Nikolaikirche e Intercity Hotel presso l’Höfe am Brühl – i mercatini di Natale sono praticamente ai vostri piedi qui.

Bratislava

Dolce o salato, ma sempre arrotolato. Almeno i viennesi possono anche andare a questo mercatino di Natale in barca: il viaggio con il Twin City Liner fino a Bratislava dura 75 minuti. È solo a pochi metri dal molo – e sei nel bel mezzo del tumulto natalizio. Puoi tranquillamente ignorare le tribune davanti al Teatro Nazionale. Invece, dirigiti dritto verso la piazza principale e porta sicuramente con te l’appetito per i dolci: Lokša è il nome delle frittelle arrotolate con vari ripieni e viene venduto ovunque qui. Circa 100 bancarelle sono distribuite davanti al Teatro Nazionale, sulla piazza principale e sulla piazza Franziskaner. C’è anche un mini mercatino di Natale nel cortile interno accanto alla chiesa sulla piazza principale – qui le pecore aspettano qualche carezza. Se prendi una giornata gelida, puoi riscaldarti con una cioccolata calda (e molto densa) nel Maximilian Chocolate Cafe proprio sul sedile.

© Getty Images / Jon Hicks

22-22 novembre 2019

Specialità: frittelle ripiene dolce o piccante.